giovedì 11 ottobre 2012

Zanzibar - part 1


Here I am, back from PARADISE, to tell you a dream already ended and, as usual, was too short: (The pain of Africa has already taken possession of me and want to go back is great. There is no day on which do not think about, but you know .. even the most beautiful things must end.
Now I just have an unforgettable memory of a fabulous place and wonderful people that I have filled my heart with joy!
But let's start from the beginning ... after almost 9 hours (I could not wait to get there, I dreamed so much!) Are landed to the fabulous "spice island" where I was immediately greeted by a warm sun and air pure and wild .. that made ​​me feel right at home!
Once you have some matters bureaucrat, after an hour transfer by bus from the airport I arrived in the village where I stayed, the beautiful beach of Kiwengwa, surrounded by lush tropical vegetation.
At first glance I could not believe my eyes, I just could not realize that heaven I saw was really true .. there in front of me!
Turquoise sea and a long white beach (dazzles) where you can go for a walk alone or accompanied by many Masai island there are eager to tell their stories, their culture and show you every place, from the fishing village schools.
After 10 minutes on the island you know you are in a completely different reality from ours, where poverty is unfortunately much but the smile and the joy of living there EVER!
All are friendly and welcoming and they take life calmly. In fact, their motto is "Pole pole" (slowly)! After a day you do not know what the frenzy wherever there is peace!
Stroll and everyone will turn a "Jambo" (hello) with a cheerful impossible that you do not infected, children run towards you to play, with their sweet little eyes and their smiles will melt just looking at them :) 

 Eccomi qua, tornata dal PARADISO, a raccontarvi un sogno già finito e, come al solito, durato troppo poco :( Il mal d'Africa si è già impossessato di me e la voglia di tornarci è tanta. Non c'è giorno in cui non ci pensi, ma si sa..anche le cose più belle devono finire.
Adesso non mi resta che un indimenticabile ricordo di un posto da favola e di persone meravigliose che mi hanno riempito il cuore di gioia!
Ma partiamo dall'inizio...dopo quasi 9 ore di volo (non vedevo l'ora di arrivare, l'ho sognata così tanto!!) sono atterrata nella favolosa "isola delle spezie" dove mi ha subito accolto un caldo sole e un'aria incontaminata, selvaggia..che mi ha fatto sentire subito a casa!
Una volta effettuate le varie faccende burocrate, dopo un'ora di trasferimento, in autobus, dall'aeroporto sono arrivata nel villaggio dove ho soggiornato, nella bellissima spiaggia di Kiwengwa, immerso in una lussureggiante vegetazione tropicale. 
A primo impatto non credevo ai miei occhi, non riuscivo proprio a rendermi conto che il Paradiso che vedevo era realmente vero..lì davanti a me!
Mare turchese e una lunga spiaggia bianca (abbaglia) dove poter fare passeggiate da sola o accompagnata dai tanti Masai che si trovano sull'isola ansiosi di raccontarti le loro storie, la loro cultura e mostrarti ogni luogo, dal villaggio dei pescatori alle scuole.
Dopo 10 minuti sull'isola ti accorgi di essere in una realtà completamente diversa dalla nostra, dove purtroppo la povertà è tanta ma il sorriso e la gioia di vivere non mancano MAI!
Tutti sono cordiali e gentili e prendono la vita con la massima calma. Infatti il loro motto è "Pole pole" (piano piano)! Dopo un giorno non sai più cosa sia la frenesia, ovunque regna la pace!
Passeggi e tutti ti rivolgono un "Jambo" (ciao) con un'allegria impossibile che non ti contagi, i bambini ti corrono incontro per giocare e con i loro occhietti dolci e i loro sorrisi ci si scioglie solo a guardarli :)















6 commenti: