lunedì 4 maggio 2020

Profumi orientali: cuore della cultura olfattiva

profumi arabi
I profumi hanno origine in Paesi lontani e vengono spesso associati ai ricordi e alle emozioni.
Spesso quando spruzziamo un profumo chiudiamo gli occhi, concentriamo la mente sull'olfatto, assaporiamo fragranze e aromi. E poi ricordiamo. Il passato, un momento, un'esperienza. Un profumo è anche questo: memoria.
Nei paesi del Medio Oriente -Oman, Dubai, Qatar e Arabia Saudita per citarne alcuni- è presente una tradizione storica di fragranze e aromi. Nella cultura medio-orientale, il profumo è considerato una forma d'arte. Se nel resto del mondo i profumi sono un accessorio, nel Medio Oriente sono un "obbligo" con l'obiettivo di far notare la propria scelta olfattiva. 
Il profumo per gli orientali è un importante mezzo di comunicazione. Per questo motivo vengono mescolati da 4 a 7 profumi, per creare una fragranza unica, in base alla propria pelle, e che nessuno potrà mai replicare.
Il middle east è il cuore di culture olfattive che raccontano tradizioni antiche ma sempre nuove. L'uso dei profumi risale alla nascita dell'Islam. A quei tempi, la materia prima più ricercata era il muschio. Si riteneva che avesse proprietà mistiche e veniva sminuzzato e mescolato con l'intonaco delle pareti delle moschee per diffondere il proprio aroma durante le ore più calde delle giornate. In questi Paesi, infatti, i profumi non vengono utilizzati solo sulla pelle, ma anche per profumare le case, i luoghi di lavoro, gli eventi sociali, come compleanni e matrimoni. In queste occasioni le fragranze passano tra le mani degli ospiti, per cui il packaging ha la stessa importanza dell'essenza. Ecco perché la scatola e il flacone dei profumi orientali sono così esclusivi e sofisticati.
L'intensità è la caratteristica principale dei profumi del Medio Oriente. La percezione di una fragranza da parte di chi sta intorno deve essere decisa. L'aroma, infatti, si deve sentire a distanza (fino a dieci metri), con l'obiettivo di renderlo più duraturo possibile e sprigionare nuvole di essenze ogni volta che ci si muove.
Nel middle east le fragranze sono unisex, sia quelle a base legnosa che fiorita, non esistono, infatti, profumi maschili e femminili. La rosa è un vero must per gli uomini. La varietà damascena è la più preziosa e viene riservata ai profumi esclusivi e alle famiglie reali. Questa è spesso unita all'oud, una resina estratta da un legno indiano molto profumato e utilizzato nella profumeria mediorientale. A questi, poi, si aggiungono l'incenso, il sandalo e l'ambra
Intensi e decisi, i profumi del Medio Oriente rievocano cieli stellati e carovane nel deserto, misteri e bellezze dell'affascinante cultura araba, sogni ad occhi aperti capaci di trasportarci in un mondo magico e misterioso.


Foto: 123rf

1 commento: